Conoscere ed esaminare le fibre reticolari

Pubblicato il da gioia01

I collageni fibrillari, costituiscono il 90% del collagene del corpo, presente da solo, nelle ossa e nei tendini, predomina nel derma e in numerosi altri tessuti connettivi. Esaminiamo più nel dettaglio le fibre reticolari.

Le fibre reticolari vengono considerate una varietà di fibre collagene, ma se ne differenziano perché tendono a decorrere isolate formando un reticolo molto delicato. Sono costituite dalla stessa proteina di quelle collagene: il tropocollegene. Si vedono poco al microscopio ottico, vengono chiamate fibre argirofile perché si colorano col metodo di impregnazione argentica di Bielschowsky che tinge in giallo o in marrone le fibre. Si possono colorare anche in rosso con la PAS reazione.

Oggi si sa per certo che le fibre reticolari rappresentano uno stradio iniziale nella formazione delle fibre collagene. Esse, infatti, sono molto abbondanti quando il mesenchima si differenzia in connettivo lasso. Negli adulti le fibre reticolari sono poco rappresentate nel comune connettivo lasso, ma diventano abbondanti nel tipico tessuto connettivo reticolare, ad esempio nella membrana basale di tutti gli epiteli, nel tessuto periendoteliale dei capillari, nel sarcolemma delle fibre muscolari, nella guaina reticolare delle fibre nervose periferiche, nello stroma delle ghiandole e ancora nello stroma di sostegno dei tessuti e organi linfoidi e del midollo osseo. Bisogna annoverare anche il tessuto reticolare degli organi ematopoietici ove le fibre reticolari sono unite a una cellula particolare: la cellula reticolare. Questa, ritenuta un tempo cellula staminale, pare oggi in parte una cellula fibroblasto – simile che coadiuva alla formazione delle fibre reticolari e pare abbia anche modeste capacità fagocitarie, quindi simili a macrofagi.

fibre reticolari
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post